Ricette

In questo periodo nelle pasticcerie si trovavano i “tronchetti di Natale”, con le casette e i pini di zucchero a decorazione: forse memore di quei decori un po’ urlati, il mio tronchetto di Natale si chiama semplicemente Rollè ed è tanto farcito ma di complementi zuccherosi neanche l'ombra.
Un antenato del dolce al cucchiaio, una forma ancestrale di dessert cremoso e appagante... quando ero piccola in inverno ce n'era sempre una ciotola in cucina, coperta da pellicola, che ad ogni mio passaggio diminuiva di qualche cucchiaino.
La “Rinascita delle Dolomiti” è il nome di questa torta deliziosa, profumata di nocciole e di miele, ricca e leggera. E buona anche di cuore.

A differenza di molte persone, l’inverno mi risveglia.
Nei mesi estivi passati vedevo le foto sui social delle persone entusiaste di passare qualche ora al mare...

Ho deciso che è arrivato il momento di cucinare alcune ricette dai miei libri di cucina preferiti.
E questa torta è lal migliore partenza che potessi intraprendere.

A me la pasta col pesce piace rossa. Quella col polpo, ancora di più...
Amerei fare la spesa al mercato, vagare tra i banchi e poter scegliere la merce in esposizione: io non riesco. Ma mi sento fortunata ad avere un freezer vuoto, perché ho potuto scegliere il cibo fresco e perché ho comunque trovato il tempo di cucinarlo.


Mi impressiona quanto sia apprezzata la zucca e quanto ne si aspetti con ansia il suo ritorno in stagione: quando ho proposto alle mie amiche di creare un menù a base di questo ortaggio sono state davvero felicissime.
Da bambina ho chiesto innumerevoli volte a mia mamma e a mia nonna di prepararmi la crema fritta, ma non mi hanno accontentata nemmeno una volta. 
Così, memore dei rifiuti ricevuti, ho deciso di prepararmela da sola.