Ricette / Torte e Dolci

Oggi ho fatto incontrare la zucca con la cannella per ottenere un dolce molto alto, quasi imponente, umido e profumato.
Prababilmente nei ricordi e nelle abitudini di ogni singola nonna esiste un dolce che permette il riciclo del pane raffermo: da nord a sud magari cambiano le aggiunte, si addolcisce più o meno, ma tutti hanno in comune il desiderio di non buttare il pane, che è peccato.


Albicocche, mandorle e rosmarino: un trio aromatico che ti farà chiedere un’altra fetta di questa torta.
E al primo assaggio, alla prima cucchiaiata scavata disordinatamente, non è stato il sapore di zuppa inglese ad essere tornato alla mia memoria, ma quello del dolce dei budini.
La cheesecake, con le fragole in composta e anche fresche: spero ti piacerà e diventerà uno dei tuoi cavalli di battaglia in cucina.
Per ricordarmi dell’inverno durante l’estate è necessario un tocco speziato: marmellata di arance alle spezie e una crostata deliziosa.
In questo periodo nelle pasticcerie si trovavano i “tronchetti di Natale”, con le casette e i pini di zucchero a decorazione: forse memore di quei decori un po’ urlati, il mio tronchetto di Natale si chiama semplicemente Rollè ed è tanto farcito ma di complementi zuccherosi neanche l'ombra.
Un antenato del dolce al cucchiaio, una forma ancestrale di dessert cremoso e appagante... quando ero piccola in inverno ce n'era sempre una ciotola in cucina, coperta da pellicola, che ad ogni mio passaggio diminuiva di qualche cucchiaino.
La “Rinascita delle Dolomiti” è il nome di questa torta deliziosa, profumata di nocciole e di miele, ricca e leggera. E buona anche di cuore.